Vigneto storico di La Morra, che offre Baroli di estrema finezza, dominati da profumi floreali, delicati e speziati.

La famiglia Oberto è proprietaria da diverse generazioni di circa 1,5 ha, per metà circa lavorata da Trediberri (dal 2010), per l’altra metà ancora in affitto alla cantina Renato Ratti (dal 1972).
Possediamo 3 diverse parcelle che si estendono dalla strada a fondovalle di collegamento verso Barolo a 242 m asm fino alla strada di accesso alla Borgata Torriglione a 270 m asm. Il terreno è composto da marne bluastre calcaree, caratterizzata da una tessitura franco limosa, per metà composta di limo, e l’altra metà divisa tra sabbia e argilla. Man mano che si scende verso valle la percentuale di sabbia aumenta e passa da circa il 24 % della parcella più alta, sino al 36% della parte più bassa, dove si trovano le viti di Sauvignon Blanc, subito al di là della strada verso Barolo.

SUPERFICIE DI PROPRIETA’: 1,5 ha circa
SUPERFICIE IN CONDUZIONE: 0,8 ha circa
ALTITUDINE: 242 m asm – 270 m asm
VITIGNI COLTIVATI: Nebbiolo
VINI PRODOTTI: Barolo Rocche dell’Annunziata
ANNO DI IMPIANTO: 1955, 1961, 1989, 1999

Vini prodotti qui

approfondimenti

    Le Rocche e la famiglia Oberto

    La tradizione delle nostre colline ha sempre previsto di affidare nomi di fantasia alle diverse parcelle di vigneto lavorati, anche all’interno dello stesso cru.

    Leggi tutto

    Rocche dell’Annunziata, quel profumo di rosa secca

    Ci sarà un motivo per cui tutti i produttori farebbero follie per avere anche solo un pezzetto in quel delle Rocche dell’Annunziata? Certamente sì, anzi più di uno.

    Leggi tutto

    La geografia delle Rocche dell’Annunziata

    Classificata da Alessandro Masnaghetti come menzione a “5 stelle” e definita “exceptional” da Antonio Galloni, le Rocche dell’Annunziata rappresentano [...]

    Leggi tutto